Arredamento Giapponese. 10 Modi per portarlo dentro casa.

Share on facebook
Share on pinterest
Share on twitter
Share on whatsapp

Abbiamo attraversato il Giappone dagli altopiani di Sapporo fino all’estremo sud nella calma Fukuoka per capire come meglio adattare l’arredamento giapponese alle nostre case italiane.

Alla base dell’arredamento giapponese c’è il concetto di “zen”. Nient’altro che la semplicità proporzionata in maniera giusta al concetto di eleganza che da sempre noi italiani chiamiamo con il nome di Giappone.

Una cultura millenaria che ha influenzato l’architettura e il design portandolo ad uno stile minimalista e sereno.

A detta di chi lo ho portato in casa, ti fa anche sentire quel tanto più intelligente da aumentare la tua autostima anche quando sei fuori di casa

Avere la consapevolezza di vivere in un ambiente intelligente in effetti non è poi così male.

L’arredo giapponese nasce attorno uno stile di vita pulito e ordinato, riassumendosi in un’atmosfera equilibrata e circondata da costumi antichi, ordine e amore per la bellezza naturale.

Chi ha avuto il piacere di vivere o viaggiare in Giappone, sperimentare la cerimonia del tè e lo stile di vita rilassato giornaliero sa bene quanto valga la pena replicarlo all’interno della nostra vita. Che gran beneficio sarebbe portare pace e armonia tra le mura della nostra casa?

Non hai bisogno di trasformare la tua casa in un appartamento della periferia di Tokyo. Basterà implementare uno dei 10 elementi in stile giapponese all’interno della tua abitazione.

Iniziamo. O detta alla giapponese, ikimashou!

1. L’importanza della natura nell’arredamento giapponese.

Appartamento con apertura direttamente su un giardino
Appartamento con apertura direttamente su un giardino

Un elemento chiave alla base della cultara giapponese è l’amore per la natura. Il rispetto per gli alberi, piante e tutto ciò che racchiude la vita stessa è considerato meritovole di rispetto.

L’arredamento giapponese è saturo di amore per la natura e il modo miglior per dimostrarlo è proprio portare la natura all’interno della propria casa per viverla durante tutte le ore del giorno.

Le piante più tradizionali come bonsai o bambù, vengono abbinate a mobili o tavolini per creare un’atmosfera magica che viaggia a ritroso nel tempo.

Nulla però ti vieta di scegliere le tue piante da interno preferite da poter integrare nel tuo ambiente, facendo comunque attenzione ad aggiungere piante eleganti come palme o orchidee e possibilmente non colorate. Le più usate sono classiche piante da casa di color verde profondo.

Un altro modo per portare la natura all’interno della propria casa è di utilizzare grandi finestre con vetrate trasparenti che affaccino su un panorama naturale calmo e rilassante.

2. Eleganti vasche da bagno. Sinonimo dell’interior design giapponese.

Classiva vasca in legno usata per lunghi bagni rilassanti
Classiva vasca in legno usata per lunghi bagni rilassanti

Il suono rilassante dello scorrere dell’acqua aiuta ad eliminare lo stress accumulato durante la settimana, donando un effetto calmante che ti farà subito capire come il giapponese medio riesca a mantenere uno stato di calma perenne invidiabile.

Ofuro (風呂), che in giapponese significa “bagno”, è una parte della cultura giapponese che porterà serentità alla tua casa. Le vasche da bagno utilizzate sono piccole e profonde e spesso hanno una sorta di panca o un appoggio dove potersi sedere.

Queste vasche orientali sono sempre più di tendenza fuori dal Giappone ed in paesi come Stati Uniti, Canada e Europa. Specialmente all’interno di case dove i proprietari sono molto attenti alla salute.

Se hai sempre sognato di avere una SPA personale all’interno di casa, questo è senza dubbio il primo passo per trasportare te e tuoi ospiti in un viaggio a 10.000 chilometri di distanza, senza neanche dover uscire di casa.

3. Porte e pareti scorrevoli in stile giapponese.

Shoji in un appartamento lussuoso e spazioso
Shoji in un appartamento lussuoso e spazioso

Uno dei simboli dell’arredamento giapponese diventato famoso grazie a film, cartoni e fumetti sono le porte scorrevoli o shoji (障子).

Dato l’alto costo delle abitazioni giapponesi, i residenti tendono ad affittare appartamenti di piccole dimensioni, che per ottimizzare fino all’ultimo centimetro di spazio includono shoji che scivolando avanti e indietro, invece di utilizzare aperture in stile occidentale.

Le tradizionali pareti scorrevoli giapponesi sono fatte di carta traslucida integrata all’interno di una cornice di legno. Tuttavia, sono disponibili sul mercato versioni più recenti di queste pareti con pannelli di vetro che sostituiscono la carta mantenendo allo stesso tempo le classiche griglie in legno.

Un altro vantaggio delle pareti scorrevoli è quello di far penetrare maggior luce all’interno della tua casa e mantenere grazie ai pannelli di vetro una vista sulla natura esterna.

4. Legno e bambù, l’anima dell’interior design giapponese.

Casa arredata in stile giapponese con mobili in legno
Casa arredata in stile giapponese con mobili in legno

Se c’è una cosa che sicurmante non passa inosservata agli occhi degli ospiti di una casa arredata in stile giapponese è la presenza armonica dei materiali d’arredo in legno e bambù.

Mura, porte, pareti scorrevoli e oggetti vari sono tutti realizzati in legno naturale.

I legni scelti per l’arredamento della casa sono le versioni occidentali di cipresso, acero, pino rosso e cicuta. Per le decorazioni invece il bambù è uno tra i legni più popolari.

Il legno è praticamente il materiale d’arredo giapponese per eccellenza. Se non sai da dove partire puoi iniziare con dei piccoli mobiletti in legno scuro o con dei piccoli tavoli da integrare nella tua casa.

Da subito noterai come l’ambiente della tua casa trasmetterà più serenità e relax. Provare per credere.

5) Ingresso in stile giapponese

All'ingresso le scarpe vengono sostituite con le pantofole
All’ingresso le scarpe vengono sostituite con le pantofole

Il corridoio giapponsese viene chiamato genkan (玄関), ed è il luogo per accogliere gli ospiti e sfilarsi le scarpe, e sostituirle a pantofole da interno più comode.

Queste ultime vengono riposte con la punta verso l’esterno in un’armadio o scaffale chiamato getabako (下駄箱).

L’ingresso è sempre coerente con il resto dell’arredamento e ha un design pulito e semplice mantenendo i classici elementi in legno e illuminato a sufficienza da dare una calda e luminosa prima impressione.

Un’alternativa ai pavimenti di legno sono i pavimenti in pietra, specialmente negli ingressi. Per creare qualcosa di quanto più vicino al pavimento di una casa giapponese puoi cerca di mantenere sempre linee semplici e pulite.

La sfida più grande per noi Italiani che tendiamo a lasciare scarpe, posta ed altri oggetti in giro per la casa, è cercare di mantenere quest’ordine nel tempo. Quando parliamo del Giappone, ordine significa armonia.

6. Il design giapponese nei mobili.

Tavolo giapponese basso con cuscini
Tavolo giapponese basso con cuscini

Il modo in cui i giapponesi suddividono le loro stanze è ben diverso da come lo si facciamo noi italiani.

Gli ambienti tendono ad essere raggruppati in spazi unici. Ad esempio: l’ingresso, il salotto e la sala TV si trasformano in un unico ambiente. Di conseguenza i mobili sono pensati per adattarsi in maniera universale e con facilità all’interno di spazi differenti della casa.

I mobili giapponesi spesso sono bassi e dalle linee pulite come comodini o piccoli mobiletti, oppure nel caso della cerimonia del tè, vengono rimpiazzati dai tradizionali cuscini poggiati sul pavimento nudo.

Cercare di imitare questo tipo di design è tanto semplice quanto collocare un tavolo di legno basso in una zona della tua casa e affiancarlo a degli autentici cuscini giapponesi per creare un effetto romantico/moderno.

In molti usano questo approccio nelle loro case anche per creare un ambiente originale e sorprendere amici e parenti mostrando buon gusto.

7. Principi chiave del minimalismo nell’arredamento giapponese.

Casa occidentale integrata con semplici elementi di interior design giapponese
Casa occidentale integrata con semplici elementi di interior design giapponese

Come avrai ben chiaro finora l’arredamento giapponese può essere definito tale solo se rimane nel reame della semplicità e della pulizia.

Il disordine è tenuto alla larga e il minimalismo è ricercato in ogni cosa. Anche i mobili sono presenti in numero minore rispetto alla cultura occidentale.

Ti stai chiedendo come creare un arredamento in stile giapponese e allo stesso tempo non rinunciare al comfort dei tuoi mobili moderni? Non devi per forza scendere a compromessi ed è un risultato piuttosto facile da raggiungere.

Fin quando arrederai la tua casa usando mobili in legno naturale e dalle linee semplici non correrai il rischio di creare qualcosa di fuorviante. Anche l’illuminazione può essere implementata in modo da replicare il familiare stile lanterna giapponese. In generale ti basterà dare uno sguardo ai design già esistenti per coglierne l’essenza e duplicare lo stile pulito e minimalista.

Tutto dovrebbe avere una ragione per esistere e nulla dovrebbe essere lasciato al caso oppure essere privo di funzionalità.

Approfondire l’arte del feng shui (in italiano pronunciato: feng sciuei – letteralmente: vento acqua) è un’alternativa valida e che potrebbe aiutarti ad ottenere risultati molto appaganti. Una casa arredata seguendo le linee guida del feng shui può aiutarti a progettare interni ancora più autentici facendoti sentire di fatto quasi come un giapponese residente in Italia.

8. Il concetto di Open Space e luce naturale dell’interior giapponese.

Una buona dose di luce naturale è fondamentale nelle case giapponesi
Una buona dose di luce naturale è fondamentale nelle case giapponesi

Abbiamo già parlato di come il concetto di spazio aperto insieme a quello del minimalismo sono tra le colonne portanti dell’interior design giapponese. Ora invece passiamo ad un altro concetto chiave, e cioè, quello dalla luce naturale.

L’illuminazione naturale permea da cima a fondo le case giapponesi, spesso proveniente da grandi aperture con vista su paesaggi naturali dove possibile, dai colori calmi e tenui.

Come applicare tutto ciò a casa tua?

  1. Integra grandi finestre oppure aperture sul soffitto con luce proveniente da lucernari.
  2. Adotta pareti scorrevoli in vetro. Queste sono delle vantaggiose alternative per raggiungere un’illuminazione adeguata.

Evita tende con una trama spessa e materiali pesanti che non permettano alla luce di filtrare. Se quest’ultima opzione non ti è possibile, cerca di optare per tendaggi dai colori chiari oppure pareti scorrevoli velate e trasparenti.

Noterai da subito come la luce naturale avrà impatto oltre che su i colori della tua casa, anche sul tuo umore personale e su quello di tutti gli altri abitanti della casa.

9. I colori più in trend del design giapponese, in Giappone.

Verdi e marroni hanno sempre una presenza dominante
Verdi e marroni hanno sempre una presenza dominante

Una tradizionale casa giapponese cerca di emulare il quanto più possibile i colori esterni della natura. Il marrone degli alberi e il verde delle piante sono per lo più i colori predominanti.

Spesso il pavimento è ricoperto da piastrelle di legno o pietra grigia. Le porte e i pannelli scorrevoli invece hanno la maggior parte della superficie ricoperta da carta opaca.

Guardando all’insieme di queste tonalità puoi notare come la tavolozza dei colori sia abbastanza neutra. Come integrare queste tinte dentro casa tua?

Un buon punto di partenza è l’uso di scaffalature in legno, pannelli a muro e pavimenti o mobili con sfumature in grigio pietra.

Come tocco finale ricordati di aggiungere del verde utilizzando delle piante naturali da interni. La semplicità qui è tutto.

Guarda fuori dalla tua finestra per prendere spunto su alcuni dei colori naturali e vedere come potrebbero abbinarsi dentro casa anche nelle diverse ore del giorno e sotto diverse condizioni di luce.

10. Crea il tuo spazio di meditazione Zen.

Angolo per meditare in stile giapponese
Angolo per meditare in stile giapponese

Se vuoi passare al livello successivo e pensi di crearti un vero e proprio riparo dalla civiltà caotica di tutti i giorni allora sarà indispensabile ritagliarsi un angolo per meditare, fare yoga o semplicemente prendere del tè in tranquillità all’interno del proprio appartamento.

Trova un angolo tranquillo all’interno della tua casa da dedicare ai momenti di relax quando più ne avrai di bisogno. Poggia per terra un tappeto, dei cuscini o semplicemente definisci uno spazio anche vuoto, dove potrai sederti e rilassarti quando ne sentirai il bisogno.

Se puoi aggiungi dei leggeri rumori d’acqua alla situazione, magari con delle piccole fontane. Il gocciolamento aiuterà a far scomparire le distrazioni esterne.

Scegli pitture con marroni rilassanti, aggiungi del verde di contrasto, accendi della musica di sottofondo o apri un buon libro ed il tuo angolo personale di concentrazione sarà pronto.

Una passione unica nel suo genere.

Anche se sei cresciuto lontano dall’antica cultura giapponese e in un ambiente totalmente diverso e moderno, hai ancora la possibilità di vivere questo mondo antico e innamorarti della sua storia, delle sue sensazioni di tranquillità e di pace, ogni giorno, senza neache neppure uscire di casa.

Per concludere se vuoi imitare il design di un tipico appartamento giapponese, cerca di creare un design pulito, minimalista e semplice. Aggiungi elementi presenti nella natura come legno o piante, e lascia penetrare della luce esterna il più possibile attraverso tutta la casa.

Implementa piccoli giochi d’acqua con una vasca da bagno a immersione e piccole fontane. Usa pannelli scorrevoli con carta o vetro a seconda delle tue preferenze e cuscini morbidi sul pavimento.

Considera di ritagliarti un angolo per meditare o semplicemente riprendere il focus e l’attenzione nelle giornate più stressanti, ed infine usa colori naturali che richiamano tronchi d’albero e piante presenti in natura.

Tutti questi elementi combinati assieme, costruiranno il giusto equilibrio di design che cercavi, facendoti sentire un po’ più orientale e dandoti la possibilità di sfoggiare il tuo amore per il mondo del Giappone con amici e parenti oppure godertelo in privato nei tuoi momenti più intimi.

Tu cosa ne pensi? Quale tra questi aspetti dell’arredamento giapponese ti piacerebbe adottare da subito? Hai domande o suggerimenti da aggiungere?

Faccelo sapere nei commenti. Fino ad allora, sayonara!

Lascia un commento

In cosa crediamo a Casa.land

Siamo fortemente convinti che l’ambiente in cui viviamo ha  un impatto troppo grande sul nostro umore per essere trascurato.

Il nostro stato d’animo si riflette sulle nostre relazioni e le nostre storie di vita.

Per questo nessuno dovrebbe vivere in una casa noiosa e deprimente.

Post recenti

Chiudi il menu
×

Carrello

Scarica gratis la guida sui 5 errori che danneggiano il design della tua casa.

A quale indirizzo vuoi riceverla?